Andrea De Balsi su “Non esiste solo De Gregori vol. 1”.

Da oggi in vendita “NON ESISTE SOLO DE GREGORI vol.1”, raccolta di cantautori indipendenti

banner-800x315
E’ disponibile da oggi in tutti gli store digitali la compilation “Non Esiste solo De Gregori vol.1”, una selezione di canzoni di nuovi cantautori indipendenti differentemente noti  selezionati dall’etichetta Vrec e dall’agenzia davvero comunicazione.

25 cantautori provenienti da tutta Italia (Veneto, Lombardia, Emilia, Piemonte, Toscana, Sardegna, Campania, Abruzzo) con 25 canzoni rigorosamente in lingua italiana, alcune inedite, alcune con ospiti speciali, produzioni raffinate tra pop, folk, rock e sonorità minimali ed acustiche.

La compilation vuole fotografare una scena di cantautori che scrivono ed interpretano il proprio materiale. Il cantautore ha sviluppato negli anni un’accezione negativa penalizzando i nuovi autori che continuano a produrre canzoni di assoluta qualità puntando sulla forza evocativa dei testi.

Il viaggio parte con un trittico di artisti toscani: dal nuovo Jeff Buckley pistoiese, Lorenzo del Pero, un cantautore in rapida ascesa come il grossetano Fabrizio Pocci (che ospita Erriquez della Bandabardò), il gitano di Massa Gianmaria Simon. Si prosegue con l’inedito del bresciano Degian, un brano del talentuoso sardoPasquale Demis Posadinu (produzione del brano affidata a Giovanni Ferrario degli Scisma), passando per l’incedere rustico dei veronesi Gianfranco Di Gennaro, del geniale Alberto Molon con un brano provocante e straripante, la poesia raffinata da Vicenza di Diego Pettena, il giovane promettente veronese Simone Laurino, i più tradizionali ma efficaci Andrea De Balsi (da Sant’Angelo d’Alife) ed Ale Mask (da Mantova), per chiudere il primo cd con l’indie veronese di John Mario.

Nella seconda parte (CD2) spazio a cantautori con più lavori ed esperienza alle spalle: Ruben con una piccola gemma del suo repertorio, lo musicoterapeuta abruzzese/pugliese Ventruto in compagnia di Alessandro De Gerardis di Isoradio, la tradizione di Stefano Ferro, i giochi di magia del romano Nico Maraja, l’eleganza diGilberto Lamacchi (con un pezzo cofirmato da Patrizio Bau), l’inedito di Alberto Guerra, la dolcezza di StefanoMasini da Treviso, il sound di Leonardo Buonaterra, la commovente lettera di NAtale di Sereno Regis (ex voce dei torinesi Lisagenetica), la teatralità milanese di Giubbonsky, chiudendo poi con Matteo Bignotti, Fabio Velocon ospite Leandro Barsotti, e la leggerezza pop de Lefragole, nome d’arte di Marco Tascone da Bologna.

Un disco che non smetterà di farvi scoprire canzoni fantastiche, nuove voci e timbri emozionanti, testi di denuncia e riflessione fino a portarvi ad affermare che in Italia «Non esiste solo De Gregori», ci sono tanti altri cantautori di talento. Scegliete il vostro preferito. #NESdeG

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *